Torna alla homepageIniziativeQuesitiNewsFormazione OnlineChi siamoCome associarsiContattiLink
   

2097814 utenti hanno
visitato il sito di Acsel

 
LAVORI PUBBLICI
05/10/2006

Le diverse competenze del giudice civile e di quello amministrativo

Fonte GEO'S a cura della Dott.ssa Sonia LAZZINI

Sono devolute al Giudice ordinario le controversie sugli atti con i quali l’Amministrazione, dopo la definizione della procedura di affidamento del servizio o della fornitura, provvede unilateralmente alla risoluzione del rapporto avvalendosi dei propri poteri negoziali di diritto comune mentre tutte le controversie relative alle <> che si riferiscono alla sola fase pubblicistica dell’appalto (compresi i provvedimenti di non ammissione o di esclusione dalla gara, sono di competenza del giudice amministrativo (Consiglio di Stato, n. 5617 del 25 settembre 2006)

Giurisprudenza correlata

Sia la fase preliminare che quella successiva alla stipulazione del contratto appartengono alla giurisdizione ordinaria in quanto espressiva di potere paritetico della P.A, così come la mancata presentazione sia della garanzia definitiva che della polizza CAR (con conseguente sottoposizione della controversia sull’escussione della garanzia provvisoria davanti al giudice civile) (Consiglio di Stato, n. 7772 del 29 novembre 2004)

Solo la partecipazione alla gara legittima il suo ricorso: è competente il Tar sulle controversie relative agli obblighi imposti dal bando in merito alla presentazione di garanzie fideiussorie a carico dell’appaltatore (e non del semplice offerente). (Tar Puglia, Bari, n. 4210 del 5 ottobre 2005)

Download riservato agli associati: >> Sentenze richiamate

Email
Password