Torna alla homepageIniziativeQuesitiNewsFormazione OnlineChi siamoCome associarsiContattiLink
   

2429225 utenti hanno
visitato il sito di Acsel

 
LAVORI PUBBLICI
23/10/2006

Le cauzioni negli appalti di servizi e forniture

Fonte GEO'S a cura della Dott.ssa Sonia LAZZINI

È da ritenersi non praticabile la strada della trasposizione della disciplina dei lavori pubblici alla materia dei servizi se non con riguardo alle disposizioni che costituiscono espressione di principi generali applicabili a tutte le gare pubbliche (Tar Sardegna, Cagliari, n. 2119 del 16 ottobre 2006 file CA 2119 2006.dco))

Giurisprudenza collegata:

Per essere ammessi ad un appalto di forniture con una cauzione dimezzata per la presenza della certificazione di qualità, non basta evocare le norme della Merloni ma tale beneficio deve essere espressamente previsto nel bando di gara, altrimenti è legittima l’esclusione né può essere accettata l’integrazione della garanzia in quanto si violerebbe la par condicio (Consiglio di Stato, n 882 del 28 febbraio 2006 file CDS 882 2006.doc)

Appalto di servizi: è lecito presentare una cauzione provvisoria i cui riferimenti di Legge siano quelli di un appalto di lavori (mero errore materiale l’improprio richiamo alla legge Merloni) semprechè sia esplicito e palese il fatto che la garanzia si riferisca al preciso oggetto dell’appalto al quale l’impresa intende partecipare, anche se tali precisazioni sono contenute in un’appendice di polizza: Attenzione agli obblighi nel nuovo codice dei contratti pubblici (decreto legislativo 163/2006) in quanto diversi dalla Merloni! (Consiglio di Stato, n 3051 del 23 maggio 2006 file CDS 3051 2006.doc)

Nel caso in cui l’Amministrazione voglia estendere la normativa degli appalti pubblici di lavori, anche agli appalti di forniture o di servizi, tale volontà deve trovare esplicita espressione nel bando di gara, altrimenti le norme della Merloni non possono essere estese per analogia (Tar Toscana, Firenze, n. 346 del 15 gennaio 2005 file Fi 346 2005.doc e Tar Lombardia, Milano, n. 3793 del 14 ottobre 2005 file Mi 3793 2005.doc))

Appalto di servizi: la clausola del bando che prescrive, per la partecipazione ad una gara per l’affidamento del servizio di pulizia degli edifici comunali, la produzione dell’impegno di un fideiussore a rilasciare garanzia a copertura di eventuali mancati pagamenti di stipendi e contributi per i propri dipendenti, e la clausola del capitolato speciale d’appalto che impone l’obbligo della costituzione della predetta garanzia fideiussoria in capo al soggetto riuscito aggiudicatario dell’appalto, è legittima ed è fondata sulla distinzione che esiste fra il rischio coperto con una polizza di responsabilità civile terzi (responsabilità civile extracontrattuale) e una polizza cauzione (responsabilità civile contrattuale) (Tar Sicilia, Palermo, n. 291 dell’ 1 febbraio 2006 file PA 291 2006.doc)

Appalto di forniture: la mancata conformità dei campioni forniti alle specifiche di gara, non essendo ammesse varianti, né proroghe al termine di consegna dì prototipi di fornitura, né consegne parziali dei prototipi, comporta per l'Amministrazione comunale di dover disporre l’esclusione dell’offerta risultata non conforme alle specifiche di gara e pertanto, in presenza di un’aggiudicazione illegittima, la conseguenza è l’escussione della garanzia provvisoria (Tar Lazio, Roma, n. 14358 del dicembre 2005 file RM 14358 2006.doc)

Email
Password